Diamo respiro alla Nostra Pianura

Ricreiamo l'ecosistema per la biodiversità, per la nostra salute e per i nostri figli

Diamo respiro alla Nostra Pianura

Ricreiamo l'ecosistema per la biodiversità, per la nostra salute e per i nostri figli

ACERO CAMPESTRE – ACER CAMPESTRE

Albero deciduo di piccole o medie dimensioni, raggiunge i 10-20 metri. Ha un tronco spesso sinuoso e chioma abbastanza densa che diviene rotondeggiante. La crescita è molto sostenuta in gioventù ma diventa presto lenta. È poco longevo, vive circa tra i 120 e i 150 anni al massimo. È diffuso nei boschi meso-termofili, soprattutto nei querceti a foglia caduca. Si può trovare al nord, dalla costa fino a circa 1000 m s.l.m. Nei versanti meridionali invece è diffuso in tutta la penisola e nelle isole: in Sicilia si può trovare fino a 1600 m s.l.m. Si trova spesso in siepi e partecipa al mantello dei boschi. Non caratteristico di associazioni definite ma un po' ubiquitario, principalmente nei querceti planiziali a Farnia ma anche in querceti collinari sia a Farnia che a Rovere e nei carpineti. È presente anche in formazioni di transizione di questi in fasi più primitive, da pioppeti a Pioppo nero e Salice bianco in aree golenali.

È una pianta diffusa dall'uomo, un tempo usata come tutore vivo della vite. È un albero molto mellifero e le foglie proteiche sono un ottimo foraggio. Il legno, omogeneo di colore chiaro rosato con anelli poco visibili ad andamento irregolare possono essere ondulati longitudinalmente. Essendo soggetto a deformarsi non viene normalmente utilizzato per mobili ma solo per finiture, piccoli oggetti, giocattoli, manici, calci di fucile. È un buon combustibile.

Contatti

Scopri cosa tu puoi fare per l'ambiente

seguici

seguici

Spiritus mundi

Contatti

Scopri cosa tu puoi fare per l'ambiente

seguici